La vita in “rosa” di Edgar Degas

Edgar Degas, malinconico artista, mostrò per tutta la sua vita un carattere difficile: fu irrequieto, irascibile e insicuro. Provò tutti i “volti” della solitudine: «Solo per carattere; solo per la distinzione e la particolarità della sua natura; solo per l’orgoglio del suo rigore morale, per l’inflessibilità dei suoi princìpi e dei suoi giudizi; solo per … Leggi tutto La vita in “rosa” di Edgar Degas

Claude Monet: dall’Impressionismo all’informale

Claude Monet, caposcuola dell'Impressionismo, trascorre tutta la sua esistenza dipingendo il "divenire" e la continua mutazione dei soggetti per effetto della luce solare. L'artista raggiunge esiti che si svincolano quasi totalmente dal dato reale e che ci consentono di accostare la sua ultima produzione all'arte astratta ed informale. Durante la giovinezza, in cui affronta motivi più … Leggi tutto Claude Monet: dall’Impressionismo all’informale

Frida Kahlo e i primi anni Trenta negli Stati Uniti d’America

Nel 1929 Diego Rivera, “colpevole” di aver accettato di dipingere un murale nel Palacio Nacional di Città del Messico, venne espulso dal Partito Comunista. Secondo il racconto di Baltasar Domundo, fu lo stesso Rivera a presiedere la sua esclusione dal Partito: Diego arrivò, si sedette, tirò fuori una grossa pistola e la mise sul tavolo. … Leggi tutto Frida Kahlo e i primi anni Trenta negli Stati Uniti d’America

Berthe Morisot: la sognatrice dell’Impressionismo raccontata da Mallarmé

La prima retrospettiva dedicata a Berthe Morisot, con 394 opere tra tele e disegni, è stata organizzata nel marzo 1896 dal gallerista Paul Durand-Ruel assieme al gruppo degli Impressionisti. Questa mostra è stata arricchita da un catalogo la cui commovente prefazione, scritta da Stephané Mallarmé, traccia con il suo stile inconfondibile il ritratto della Morisot. Era passato … Leggi tutto Berthe Morisot: la sognatrice dell’Impressionismo raccontata da Mallarmé

La complicità fra donne: Artemisia Gentileschi

Negli anni Settanta del Novecento la figura di Artemisia Gentileschi venne scelta dal movimento femminista internazionale come simbolo di emancipazione: considerata più per la sua vicenda biografica, alquanto rocambolesca, che per i suoi meriti artistici, divenne ‘vittima’ di una strumentalizzazione ideologica di cui si sono lamentati diversi storici dell’arte del secondo Novecento, tra cui Almansi. … Leggi tutto La complicità fra donne: Artemisia Gentileschi

Picasso e l’esperienza cubista

Il Cubismo, considerato il movimento artistico d’Avanguardia per eccellenza del XX secolo, incominciò a prendere forma nel 1907. Il gruppo formato da Pablo Picasso, Georges Braque, Juan Gris e Fernand Léger espose per la prima volta all’inizio del 1911 nella sala 41 del Salon des Indépendants, suscitando vivaci reazioni. Il termine “cubismo”, secondo la testimonianza del … Leggi tutto Picasso e l’esperienza cubista

Pablo Picasso: un rosa pieno di tradimento

Nell’aprile del 1904 Pablo Picasso decide di trasferirsi definitivamente a Parigi. Il luogo prescelto è un capannone in legno parte di un agglomerato di edifici, il Bateau-Lavoir,  che sorge sul fianco sud-occidentale della collina Montmartre, fianco del colle che, digradando, si getta nella corrente della Senna. Questa non è una sede anonima o una scelta casuale … Leggi tutto Pablo Picasso: un rosa pieno di tradimento