Berthe Morisot: la sognatrice dell’Impressionismo raccontata da Mallarmé

La prima retrospettiva dedicata a Berthe Morisot, con 394 opere tra tele e disegni, è stata organizzata nel marzo 1896 dal gallerista Paul Durand-Ruel assieme al gruppo degli Impressionisti. Questa mostra è stata arricchita da un catalogo la cui commovente prefazione, scritta da Stephané Mallarmé, traccia con il suo stile inconfondibile il ritratto della Morisot. Era passato … Leggi tutto Berthe Morisot: la sognatrice dell’Impressionismo raccontata da Mallarmé

La complicità fra donne: Artemisia Gentileschi

Negli anni Settanta del Novecento la figura di Artemisia Gentileschi venne scelta dal movimento femminista internazionale come simbolo di emancipazione: considerata più per la sua vicenda biografica, alquanto rocambolesca, che per i suoi meriti artistici, divenne ‘vittima’ di una strumentalizzazione ideologica di cui si sono lamentati diversi storici dell’arte del secondo Novecento, tra cui Almansi. … Leggi tutto La complicità fra donne: Artemisia Gentileschi

Picasso e l’esperienza cubista

Il Cubismo, considerato il movimento artistico d’Avanguardia per eccellenza del XX secolo, incominciò a prendere forma nel 1907. Il gruppo formato da Pablo Picasso, Georges Braque, Juan Gris e Fernand Léger espose per la prima volta all’inizio del 1911 nella sala 41 del Salon des Indépendants, suscitando vivaci reazioni. Il termine “cubismo”, secondo la testimonianza del … Leggi tutto Picasso e l’esperienza cubista

Pablo Picasso: un rosa pieno di tradimento

Nell’aprile del 1904 Pablo Picasso decide di trasferirsi definitivamente a Parigi. Il luogo prescelto è un capannone in legno parte di un agglomerato di edifici, il Bateau-Lavoir,  che sorge sul fianco sud-occidentale della collina Montmartre, fianco del colle che, digradando, si getta nella corrente della Senna. Questa non è una sede anonima o una scelta casuale … Leggi tutto Pablo Picasso: un rosa pieno di tradimento

Riflessione di Federico Zandomeneghi

Il dipinto Riflessione di Federico Zandomeneghi o Zandò, come veniva chiamato affettuosamente dagli artisti francesi, è stato commissionato intorno al 1895 dal gallerista parigino Paul Durand- Ruel, più noto come “il mercante che scoprì gli impressionisti”. Il rapporto con il pittore veneziano, trasferitosi a Parigi nel 1874, si era fin da subito dimostrato creativo e … Leggi tutto Riflessione di Federico Zandomeneghi

Renato Guttuso e il realismo sociale

Già nei primi lavori, realizzati tra il 1935 e il 1940, Guttuso inizia ad elaborare una precisa scelta stilistica. Sono gli anni in cui in Italia si sviluppa una nuova concezione dell’arte e della poesia: di fronte alle drammatiche esperienze della guerra l’Ermetismo rappresenta una concezione passiva di vivere l’esperienza artistica e poetica. L’opera di Guttuso … Leggi tutto Renato Guttuso e il realismo sociale

Paul Cézanne: la geometria del reale

Paul Cézanne nasce a Aix-en- Provence, città a nord di Marsiglia, il 19 gennaio del 1839. Questi sono gli anni in cui nasce, più o meno, tutta la generazione degli impressionisti, tra cui ricordiamo Manet, Degas, Renoir, Pissarro. I biografi collocano l’origine della famiglia Cézanne nel piccolo borgo di Cesana, paese che sorge sul versante italiano del Monginevro, … Leggi tutto Paul Cézanne: la geometria del reale